• - -

Best Troll Primo Marracash17

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Best toll, Primo Marracash17

Ciao.

Salve a tutti amici. Mi presento. Per chi non mi conoscesse, Sono Matteo, Marra.

Questa che andremo a presentare è la PRIMA VERA E UNICA GUIDA AL BEST TROLL.

Ideata e scritta totalmente dal mio genio letteralio e purosangue.

Qua su Tribals, sono ormai 1 anno e mezzo, da Gennaio 2022, quindi 19 mesi che bazzico. Caaaspita, 570 Giorni. tra alti bassi e medi.

E Pensare che solo 2 settimana fa ho imparato ad usare qualche script ;(.

Vabbene. Ma ciancio alle bande. Andiamo a vedere per chi non lo sapesse cosa è un troll di internet prima, e un troll di montagna poi.

“Agire come troll è un gioco di false identità, compiuto senza il consenso degli altri partecipanti. Il troll cerca di farsi passare per un legittimo utente che condivide gli stessi interessi e argomenti degli altri; i membri del gruppo, se riconoscono un troll o altri impostori, cercano sia di distinguere i messaggi reali da quelli degli impostori, sia di fare in modo che l'impostore abbandoni il gruppo. Il successo o meno di questi tentativi dipende da quanto sono bravi (sia gli utenti sia i troll) a individuare le rispettive identità; alla fine, il successo o meno di questa strategia dipende da quanto diminuisce il divertimento che il troll ricava da questo gioco a causa del "prezzo" imposto dal gruppo.”

Questo è un troll di internet. Piu o meno.

Un troll di montagna invece e una specie di grosso babbeo gigante non identificato. Nell immaginario collettivo ha una clava per ammazzare gli animali selvatici e nutrirsene.

-In alcuni casi, il termine troll potrebbe essere utilizzato anche per screditare un utente che porta una posizione opposta a quella maggioritaria, generando nel gruppo forme di rigetto.

-D'altro canto i troll possono danneggiare il gruppo in molti modi. Possono interrompere le discussioni, dare cattivi consigli, minare la fiducia reciproca della comunità degli utenti. Inoltre un gruppo di discussione che sia stato oggetto di attacco di un troll può "sensibilizzarsi" e rifiutare di discutere o rispondere a domande oneste ma ingenue, scambiandole per ulteriori messaggi del troll: questo può portare a osteggiare un nuovo venuto, che non sa nulla di tutta la vicenda e si ritrova rabbiosamente "accusato". Anche se l'accusa è infondata



ATENZIONE. NOTA BENE.

-essere considerati dei troll è molto dannoso per la propria reputazione online.

Quindi se siete deboli di quore, lasciate stare e mettetevi da parte. Oscuratevi in un angolo e godetevi la scena a chi sa fare il protagonista.



Se siete persone, giocatori o tavolini che non amate:

le chiacchiere da bar, il trolling, lo sfottò, la decelebrazione, la rabbia, lo sfogo, gli insulti… beh…

"Non dare da mangiare ai troll"

-Dare da mangiare ai troll vuol dire alimentare l individuo e o degli individui che vogliono quasi sempre solo creare scompiglio, senza un reale motivo, ma solo per divertimento. Probabilmente per noia.

E come non dar da mangiare ai Leoni. È pericoloso. Da qui il termine: “non dar da mangiare ai troll”.

E io sono d’accordo.



-L'agire come un troll significa in pratica fomentare gli animi provocatoriamente. Al solo scopo di creare scompiglio, rabbia, stupore e incredulità.

-Nel linguaggio di internet, dare del troll a qualcuno significa postulare una congettura sul motivo per cui agisce.

-L'azione di comportarsi come un troll può però essere legata anche al contesto e alla personalità di chi scrive. È possibile, infatti, agire come un troll senza averne l'intenzione: irritando una comunità in modo non volontario e in buona fede.

-Il significato di troll ha inoltre confini soggettivi e variabili a seconda del contesto: un comportamento che nella comunicazione interpersonale potrebbe venire considerato un semplice sfogo o uno scatto d'ira, potrebbe essere etichettato come "trollare" nelle discussioni su Internet. Una discussione animata per taluni interessante, potrebbe essere reputata da troll per altri.

-In alcuni casi, il termine troll potrebbe essere utilizzato anche per screditare un utente che porta una posizione opposta a quella maggioritaria, generando nel gruppo forme di rigetto.



-Praticamente “il Troll è quell’ individuo che si diverte a creare scompiglio senza un reale motivo

-Alimentare i troll è infine una locuzione utilizzata per indicare il "dare corda" ai provocatori, rispondendo loro ripetutamente e dando loro così nuovo materiale su cui agire. "Per favore non alimentate i troll" è perciò un suggerimento comune che gli utenti esperti inviano ai nuovi, quando pensano di aver individuato un troll, al quale l'utente sta involontariamente dando benzina da gettare sul fuoco.



-Di norma l'obiettivo di un troll è far perdere la pazienza agli altri utenti, spingendoli a insultare e aggredire a loro volta (generando una flame war). Ma non è sempre cosi.

-Una tecnica comune del troll consiste nel prendere posizione in modo plateale, superficiale e deciso su una questione vissuta come sensibile e già dibattuta dagli altri membri della comunità (per esempio una religion war). In altri casi, il troll interviene in modo apparentemente insensato o volutamente ingenuo, con lo scopo di irridere quegli utenti che, non capendone gli obiettivi, si sforzano di rispondere a tono ingenerando ulteriore discussione e senza giungere ad alcuna conclusione concreta.

-Il cross posting, ovvero la pubblicazione di un messaggio in più sezioni diverse, è un sistema utilizzato dal troll per infastidire più gruppi contemporaneamente. Un troll particolarmente tenace e astuto può scoraggiare gli utenti di una comunità virtuale fino a causarne la chiusura.

-La figura del troll può coincidere in alcuni aspetti con quella del fake, ovvero colui che disturba una comunità fingendosi qualcun altro. Tuttavia, un fake potrebbe partecipare in modo disciplinato e costruttivo alla conversazione (diversamente dal troll), mentre un troll potrebbe non celare né falsificare la propria identità (diversamente dal fake). Sovente le due figure, però, hanno obiettivi sovrapponibili.

- andiamo a vedere Come svolge la sua “attività” e come si muove. A volte senza sapere queste descrizioni di raccolte su i vari modi trollare



-L'invio di messaggi intenzionalmente sgarbati, volgari, offensivi, aggressivi o irritanti.

-L'invio di messaggi con contenuti senza senso, detto in gergo informatico flood (come: semplici parole, lettere, emoticon, testi casuali)

-L'invio di un numero di messaggi, anche se non particolarmente provocatori o insensati, tale da impedire il normale svolgimento delle discussioni. (uno dei miei preferiti)

-L'invio di messaggi volutamente fuori tema (con frasi come: "come sviluppo la mia pagina web?", in un forum nel quale si parla di musica).

-L'invio di messaggi contenenti errori portati avanti con finta convinzione (con frasi come: "Così è la vita è certamente il miglior film di Roberto Benigni, checché ne diciate!").

-L'invio di messaggi a scopo di disinformazione e critica insensata. Aahahahahahhahahahahaha

-Il perorare intenzionalmente e con tensione un'argomentazione basata su un errore difficile da dimostrare o su opinioni potenzialmente verosimili, facendosi seguire nella discussione dalla comunità.

-Il pubblicare contenuti di disturbo come suoni, immagini o link a siti offensivi, sovente mimetizzandoli come innocui. (es. quando si pubblica un porno nelle chat o nelle pagine)

-Lo svelare trame di film o libri senza avvertire (in gergo "spoilerare").

-Lo sbagliare deliberatamente e ripetutamente i nomi (di persone o cose) o regole grammaticali per irritare gli altri utenti. (Funziona davvero. E una specie di forma di misofinia, derivante gli occhi. Che causa dolore all’utene, che è come se sentisse l’errore grammaticale. Prova dolore interno hahahahahahhahaha)

-L'attribuire a tanti l'opinione di uno, vittimizzandosi e non rispondendo nel merito, spingendo possibilmente altri utenti a prendere le proprie difese (con frasi come: "vi siete coalizzati contro di me"). Questa e un'altra cosa che preferisco. Quando tutti sono contro di me.

-Il ridicolizzare o denigrare ripetutamente gli interventi di un utente "concorrente". Pultroppo qua non sembra io abbia rivali. E mi dispiace.

-Lo scrivere deliberatamente messaggi enfatici su un dato argomento divertendosi alle spalle di chi corrobora poi la propria fasulla tesi. ahhaahhahahahahahahahahaha

-Il portare avanti tesi opposte a quelle dichiaratamente discusse nella comunità, con argomentazioni vaghe, imprecise e pretestuose, generando quindi flame (per esempio pubblicando teorie creazioniste in un forum di evoluzionisti o viceversa). Esattamente.
 

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Se prima abbiamo visto/letto come agisce un “Troll”, adesso

Andiamo a vedere alcune categorizzazioni tipo:


-L'eccentrico

In genere ha una compulsione incontrollabile nel diffondere le proprie affermazioni secondo cui uno o più aspetti della scienza ufficiale (evoluzione, meccanica quantistica, relatività generale, medicina moderna, etc.) sarebbero irrimediabilmente difettosi. Allo stesso tempo lascia spesso intendere di avere lui la soluzione in tasca. Questo tipo di troll in genere fraintende il background scientifico del settore disciplinare di cui si occupa e non può di conseguenza comprendere a fondo le critiche che gli vengono mosse.



-Lo spammer

Questo tipo di troll in genere posta messaggi o commenti che contengono poco o nulla se non un lungo elenco di link a video o ad articoli che tentano di dimostrare tesi generalmente pseudoscientifiche. «Uno spammer pensa che solo riuscendo a postare abbastanza link a video contenenti immagini sgranate e filmati al rallentatore sarà finalmente visto come un perseguitato cercatore di verità, piuttosto che come un ossessionato.»


-Il martire

Queste persone di solito manifestano comportamenti di tipo passivo-aggressivo, mostrando contemporaneamente arroganza e affabilità nel portare avanti le proprie tesi più o meno complottistiche e nel confrontarsi con le critiche che vengono loro mosse. Quando qualcuno si prende la briga e la pazienza di sottolineare i difetti o la pseudoscientificità delle loro affermazioni, questi troll si comportano come se fossero le vittime di una campagna mirata contro di loro o parte delle vittime innocenti di più grandi complotti.



-Il logorante

Questo è il tipo di troll che mai e poi mai si arrende. Non importa quante risposte argomentative e confutazioni scientifiche gli vengano fornite, la guerra di logoramento del troll consisterà nel contrattaccare ripetendo sempre le stesse vecchie tesi più e più volte, al fine di stancare il proprio avversario e costringerlo alla resa. Questo tipo di troll non cambierà mai la sua opinione né si soffermerà mai sulle controdeduzioni che gli vengono fornite.



-La scimmia dattilografa

Manifestazione degli effetti collaterali e dell'omonimo teorema, superficialmente affine al logorante, questo tipo di troll guadagna il proprio titolo dal continuo, incessabile e disinteressato battere sui tasti. Più che logorando consapevolmente, otterrà l'effetto di disarmare gli avversari grazie alla propria impermeabilità a ogni forma di comunicazione e al degrado e all'aumento di entropia passivamente apportato a una discussione. Essendo instancabile e autotrofo non ha bisogno che gli venga dato da mangiare per proseguire nella sua inesorabile opera dattilografica.

ATTENZIONE. IO MI FERMEREI QUA VISTO COSA APPENA LETTO. APPARTENGO AL 100% A QUESTA CATEGORIA E RIDO, RIDO FORTE A LEGGERE CHE COSA E “UNA SCIMMIA DATTILOGRAFA”.

: BATTERE SUI TASTI,

INCESSABILE E DISINTERESSATO,

AUMENTO DEL DEGRADO,


-Il rancoroso

I troll di questo genere sfruttano ogni occasione per insultare, umiliare, minacciare, ricattare e ferire altre persone online. Per ottenere il loro scopo si dedicano alla pubblicazione di commenti odiosi e discriminatori o alla raccolta e alla diffusione di informazioni sensibili sulle persone cercando di ledere il loro diritto all'anonimato. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAAHHAHAHA


-Il doganiere

In tutto e per tutto simile al rancoroso quanto a violenza verbale, se ne distingue unicamente per il fatto di utilizzare il proprio nome reale invece di un nickname. Questo gli consente di acquisire maggiore credibilità nelle minacce che proferisce o di avere un argomento in più per tentare di ledere il diritto altrui all'anonimato, facendo percepire quest'ultimo come una mancanza di trasparenza o una colpa su cui far leva per ottenere dati sensibili dal bersaglio.



-Il proiezionista

Questo tipo di troll è un maestro nel proiettare i propri mali sul prossimo. (AHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHA) Se ad esempio giudicherà se stesso offensivo accuserà gli altri di essere offensivi, se giudicherà poco onesto se stesso accuserà gli altri di essere a loro volta poco onesti o "venduti ai poteri forti", e così via. Essendo un troll sarà verosimilmente anche un maestro nell'arte della reductio ad trollum, ovvero nell'accusare i normali utenti di essere, appunto, dei troll a loro volta.


Alla fine, ognuno a modo suo, siamo tutti dei troll.

-ognuno la sua tecnica di comunicazione.

C’e chi si esprime quasi in monosillabe. Lasciando un commento ogni tanto, chi si fa notare una reaction saltuaria, o piu o meno spesso. E anche chi commenta con assiduità essendo effettivamente piu troll di un altro.


Abbiamo visto come agisce un troll e quali sono le categorie.

Ora, giustamente e logicamente andiamo a vedere il perché, la motivazione che spinge un utente ad agire cosi.


Secondo vari studi, sebbene comportamenti di disturbo siano riscontrabili anche nelle normali relazioni interpersonali, un ruolo chiave che spinge ad agire come troll nelle comunità virtuali è la sensazione di anonimato o di minore esposizione che molti utenti percepiscono durante la navigazione su Internet.


Poiché la definizione stessa di troll non è condivisa, cosa spinga un utente ad agire come tale è oggetto di dibattito. Alcune motivazioni:

-Ricerca di attenzione: dominare la discussione incitando l'astio e dirottando efficacemente l'attenzione verso di sé.


-Divertimento o satira: irridere chi si infervora seriamente e perde tempo per le parole volutamente provocatorie di un totale sconosciuto, provocando grandi discussioni con poca fatica.

-Disagio personale: reazione a situazioni di disagio familiare, scolastico, finanziario o relazionale; per esempio combattendo sentimenti di inferiorità attraverso l'esperienza di controllare un ambiente.


-Modificare l'opinione: ostentare opinioni estreme per fare in modo che le proprie vere opinioni, poi, sembrino moderate, e convincere quindi un gruppo di utenti a seguirle.


-Combattere il conformismo: rompere la chiusura e il conformismo del gruppo agendo con una "terapia d'urto".


-Attaccare un utente o un gruppo: agire personalmente contro un soggetto o gruppo di soggetti per ripicca, gelosia, non condivisione di idee o altra ragione.


-Diminuire il rapporto segnale/rumore: diluire i messaggi informativi in un fiume di messaggi inutili, per far perdere interesse e utilità al gruppo o all'argomento discusso.



-Verificare la robustezza di un sistema: violare le regole e i termini d'uso per controllare se e come gli amministratori/moderatori prendono contromisure.



-Ricerca sociologica: studiare il fenomeno per ragioni di ricerca sociologico/scientifica.



Ognuna di queste, personalmente è una mativazione valida. Poiché..

Ad ogni azione corrsiponde una reazione. Quindi dare sfogo alle proprie abilità scrittoriali

e/o semplicemente, divertirsi, nella reazione della gente è piu che giusto. La parte social è vitale di una qualsiasi comunità online.



Nota bene* -In antichità, nel medioevo., gli unici a cui era permessa una battuta sul re, o su una divinità era il buffone di corte, lo scemo del villaggio, il clown moderno, che metteva se stesso in giochi e in pratiche per stimolare, suscitare e ispirare. E Trollare Tutti. A volte con l’ essere cinico. Per fare il comico devi essere Spietato.



-Per ogni Eroe C’è sempre un Malvaggio.

-Nelle comunità virtuali, alcuni utenti agiscono come "cacciatori di troll", entrando volontariamente in conflitto con altri utenti che reputano tali e finendo per essere a loro volta dannosi per la comunità (dando, per l'appunto, "da mangiare al troll").



Durante i conflitti causati dai troll il comportamento degli utenti si può dividere in categorie:



-Il Troll: chi attivamente fomenta gli scontri e gli attriti (volontariamente o involontariamente).



-I Dirottatori o Foraggiatori: coloro che rispondono animatamente ai messaggi provocatori del troll, "dandogli da mangiare".



-Il Cacciatore di troll: che non inizia il conflitto, ma se coinvolto ricambia con eguale protervia, talvolta sfruttando il troll stesso per agire in modo aggressivo e accusando quindi spesso falsi positivi.



-Il Nobile: chi cerca di ignorare il conflitto, continuando a discutere gli altri argomenti; esprimendo disapprovazione per il troll ma non sfidandolo, postando consigli semplici ed efficaci del tipo "non date da mangiare ai troll" o altre frasi volte alla pacatezza o all'ironia gentile ("suvvia, ragazzi, ignoratelo e se ne andrà da solo").



-I Moderanti o Moderatori: chi cerca di risolvere attivamente il conflitto in modo che tutte le parti in causa restino il più possibile soddisfatte, dando talvolta involontariamente "da mangiare ai troll".



-Gli Spettatori: chi si allontana dal conflitto limitandosi a osservare o ad abbandonare la comunità. Personalmente la categoria piu inutile, in una qualsiasi comunità. Talvolta vigliacchi. Non in grado di prendere decisioni arbitrarie. Dovendosi per forza aggregare e a volte parassitare su qualcuno con piu forza ed esperienza.
 

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Contromisure alle azioni di disturbo dei “Troll”.

-La soluzione più comune alle azioni del troll è ignorare le provocazioni, RESISTENDO ALLA TENTAZIONE DI RISPONDERE. Se il sistema lo permette, si possono inoltre applicare filtri che rendono invisibili al resto della comunità i messaggi inviati dagli utenti segnalati al sistema come disturbatori. Altra soluzione, specie se la discussione sta degenerando, è sfruttare le capacità degli utenti moderatori che pacatamente cercano di riappacificare gli animi. Poiché esistono diversi motivi che portano ad assumere il comportamento tipico di un troll, alcuni non in malafede, attribuire a un utente l'etichetta di troll può generare ulteriori tensioni. La letteratura sulla risoluzione dei conflitti in sociologia, suggerisce infatti che indicare una persona come un disturbatore non sempre aiuti a far cessare i comportamenti indesiderati. Una persona allontanata da un gruppo sociale, può infatti assumere il ruolo di antagonista e cercare di disturbare o far arrabbiare ulteriormente i membri del gruppo. L'etichetta di "troll" può quindi perpetuare o aggravare il comportamento del disturbatore.

-Il troll etico

-Un troll etico è chi sostiene e mantiene una logica etica o politica dietro al comportamento che lo porta a essere additato come "troll" dagli altri utenti (senza che debba per questo effettivamente esserlo – come abbiamo visto la percezione di un utente come un "troll" è un fatto relativamente soggettivo).

Una volta che abbia rivendicato i propri principi, la sua condotta andrebbe esaminata coerentemente a un punto di vista etico, piuttosto che comportamentale. Per esempio, qualcuno che si oppone con forza alla politica statunitense in Iraq potrebbe reagire con veemenza in una conversazione riguardante la sua attuazione, o una persona che lotta contro le pseudoscienze potrebbe reagire altrettanto veementemente contro chi le divulga: questo però non è prova di un problema comportamentale della persona, quanto piuttosto di un suo forte disaccordo etico o politico rispetto all'argomento in questione.

Molte di queste persone, cooperando, possono costringere una comunità a un punto di vista nuovo, sfidando un pregiudizio sistemico esistente o un pensiero di gruppo (chiamato anche punto di vista neutrale), purché si mantengano eticamente coerenti e politicamente disciplinati.

Durante la fase di scontro delle idee questi utenti vengono additati come "troll", ovvero estranei alla comunità. Essi, a loro volta, consapevolmente, accettano strategicamente di assumere su di sé l'etichetta di "troll" pur non considerandosi effettivamente tali.



Aspetti utili dell'attività dei troll

Sebbene il "troll" sia generalmente considerato una presenza invadente e irritante, la sua attività può in taluni casi portare conseguenze utili alla comunità. Esso può infatti:

-rafforzare il sistema contro gli attacchi e contribuire a formare i soggetti che si occupano della prevenzione.

-contribuire alla maturazione democratica di una comunità nel tollerare il dissenso.

-scardinare posizioni di potere, dominanti o di controllo autoritario all'interno di una comunità.

-stimolare o rianimare, anche involontariamente, le discussioni e la partecipazione informativa.

-rivelare la presenza di altri troll nascosti o l'abuso da parte di amministratori e moderatori dei propri poteri di controllo.

-Vi sono infine casi nei quali l'epiteto di "troll" è formulato con intenti ironici e scherzosi e contribuisce quindi alla coesione del gruppo.



-Uiltime considerazioni personali.

Eh siamo giunti alla conclusone di questa personale e soggetiva diatriba.


-Essere un Troll può essere solo un vantaggio.


-Puoi dire assolutamente tutto quello che vuoi. Se sei bravo. Sei Inossidabile.

-Stimolante. Ad alcuni risulterai simpatico. Strapperai una risata e confidano in te, in manieria esplicita o non che tu sia sempre li a trolleggiare un po tutto e tutti.

Al contrario, ad altri darai solo fastidio, forse perché togli loro del protagonismo, prendendoti la scena, forse perché alcuni l’idiozia alla “mago forrest” non la sopportano, o per altri motivi.


-Distrazione. La mossa di distogliere l’attenzione dal gioco o dalla causa principale della discussione, potrebbe rivelarsi super efficace.


-Gli insulti li prendono tutti. Su un Troll invece non hanno effetto. Specie se il soggetto in questione e recidivo a continua a fare la scimmia ubbriaca. Poiché non avrebbe senso chi già si proclama, appunto un “mattacchione da solo”. UNICA, A MIO AVVISO MOSSA EFFICACE E QUELLA DI IGNORARE IL SOGGETTO.


Buon Game
 

Jah103.

Patrizio
Numero di reazioni
1.834
Testo modificato dallo staff per contenuti inappropriati
Partiamo dal presupposto che l'unico vero best troll di questa community è @XanaxAndChill.

Poi mi dovete spiegare perchè "sponsorizzate" 'sto attrezzo.

Ultimo punto, se tu @CC510 permetti di fare una "guida" al suddetto attrezzo, allora devi permetterci di bestemmiare in forum.

 
Ultima modifica di un moderatore:

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Partiamo dal presupposto che l'unico vero best troll di questa community è @XanaxAndChill.

Poi mi dovete spiegare perchè "sponsorizzate" 'sto attrezzo.

Ultimo punto, se tu @CC510 permetti di fare una "guida" al suddetto attrezzo, allora devi permetterci di bestemmiare in forum.
Che fai, piangi ?
 
Ultima modifica:

Jah103.

Patrizio
Numero di reazioni
1.834
No, onestamente sono abbastanza irritato da chi gestisce questo gioco, perché mi devo ritrovare un messaggio in game per leggere un'intervista priva di contenuti (e i pochi che ci sono sbagliati) e una guida inutile di uno che pensa di essere un troll, ma è semplicemente uno spammer.

Poi se apro un ticket su situazioni di gioco mi ritrovo il solito messaggio copia e incolla.

Vai sereno che a te neanche ti calcolo.

E comunque è proprio sbagliato il concetto. I troll, soprattutto quelli che non sanno farlo come te, sono nocivi alle community rendendole tossiche. Quindi il concetto di sponsorizzare tutto questo mi trova completamente in disaccordo.
E su questo argomento sono molto serio.
 
Ultima modifica:

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
No, onestamente sono abbastanza irritato da chi gestisce questo gioco, perché mi devo ritrovare un messaggio in game per leggere un'intervista priva di contenuti (e i pochi che ci sono sbagliati) e una guida inutile di uno che pensa di essere un troll, ma è semplicemente uno spammer.

Poi se apro un ticket su situazioni di gioco mi ritrovo il solito messaggio copia e incolla.

Vai sereno che a te neanche ti calcolo.

E comunque è proprio sbagliato il concetto. I troll, soprattutto quelli che non sanno farlo come te, sono nocivi alle community rendendole tossiche. Quindi il concetto di sponsorizzare tutto questo mi trova completamente in disaccordo.
E su questo argomento sono molto serio.
Ahhahahahahahahahhahahahahahhahahahahahhahahahahahahahahah

-È evidente che tu debba rivedere le tue priorità.
-A te, se lo prendi seriamente, sto gioco ti fa male. Ti consiglio una pausa.
- Ti consiglio poi di rileggere, cosa voglia dire troll.

Bro. Ma a te non ti sta bene niente.
Facciamo cosi. ABBANDONIAMO TUTTI IL GIOCO.
Restate a giocare tu rosik nabo e nazza. Vi fate un 2 vs 2 e siete felici.
Che caspita doveva dire cavani nell intervista sul 74 ? Mah. Non ce da protestare lo capisci ?

Capisco che tu ti senta maniaco del gioco. E lo prenda seriamente.
Al contrario di me che non mi importa nulla.

MI DEVO SOLO DIVERTIRE A MIO GUSTO E PIACIMENTO. NEL GIOCO E A PAROLE. ANCHE A SPESE DEI VOSTRI POCHI NEURONI.

Poi se vinco e compio e consenso il tutto. Meglio ancora.


Il fatto che tu sia irritato, dalle circolari del gioco o da me dice molto.


P.s. to segnalato per critiche all' operato dello staff ahhahahahahahahahah ❤
 
Ultima modifica:

Jah103.

Patrizio
Numero di reazioni
1.834
Nessuno ha detto di abbandonare il gioco. Ripeto che per me questo "sponsorizzare" atteggiamenti come il "trolling" sono deleteri alla community.
Ti sei mai chiesto perchè non fai ridere praticamente a nessuno?

Ok, se vogliamo dirla tutta allora @CC510 dovrà spiegarci come mai viene dato un "premio" e incoraggiato un elemento ad utilizzare atteggiamenti "troll" che sono vietati dal regolamento.

regole.png


Guarda che se tu facessi un troll fatto bene, divertente, con il giusto sarcasmo, nessuno avrebbe niente da obiettare, vai sereno.
 

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Maaaammmaaaaaa miaa.. jah mio bello. Che noioso.

Mi hai fatto veramente sentire quasi in colpa di essere spontaneo, di scrivere cavolate e voler un po trolleggiare e prendere in giro. Solo per puro divertimento.

In realtà non hai idea di quanta gente mi ha scritto, ricorderai il post 69, dicendomi:
Ma tu sei il leggendario Marra, sei il meme vivente, sei un troll ecc.

Io piu che altro, apparte voi. Cioe i toxic e gli hijmu che da sempre, mi date giustamente contro.

Tutti il resto si diverte.
La gente vuole vedere flame, trollaggio e sfottó.

-È il male il motore di una storia.

Se non ci fosse del pepe, del succo, della sostanza. Non avrebbe nessun senso.

Ti faccio capire. Se uno vuole stare in silenzio e vuole intorno silenzio. Se ne sta a casa.
Se va al parco e al bar ci sarà chiasso.


Poi ovviamente io o sono bannato o sono onnipresente...

Dai. Finito sto 75 ritorno a settembre 2024 a parte se qualcuno mi chiama personalmente

Fattela na risata Bro. Non pigliare sul serio sto giochino subdolo ahahhahahahha
 
Numero di reazioni
5.161
In realtà non hai idea di quanta gente mi ha scritto, ricorderai il post 69, dicendomi:
Ma tu sei il leggendario Marra, sei il meme vivente, sei un troll ecc.

Tutte belle parole che equivalgono a “Lo scemo del villaggio”.

In fondo, però, ognuno aspira a ciò che può raggiungere.
 

L A U R O

Bracciante
Numero di reazioni
15
No, onestamente sono abbastanza irritato da chi gestisce questo gioco, perché mi devo ritrovare un messaggio in game per leggere un'intervista priva di contenuti (e i pochi che ci sono sbagliati) e una guida inutile di uno che pensa di essere un troll, ma è semplicemente uno spammer.

Poi se apro un ticket su situazioni di gioco mi ritrovo il solito messaggio copia e incolla.

Teme: "Fammi vedere che aria tira su tribal dopo 5 anni"

*circolari dello staff*

Teme: *Fischietta allontanandosi*
 

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856

Commander2

Principe
Numero di reazioni
2.020

Marracash17

Visconte
Numero di reazioni
856
Siamo al tavolo finale di poker. Siamo rimasti in 2.
Comunemente detto heads up.

Abbiamo 500mila chips a testa.

In una mano tu ne perdi 50mila. Di conseguenza, visto che siamo 2, io ne vinco 50mila.

Tu ha 450mila
io ho 550mila.

Io ho fatto +50mila. Allo stesso tempo, tu hai perso 50mila. Quindi ora ho 100mila in piu di te.

Essendo io giocatore di poker professionista, la prima regola nell' 1 contro1 e che le chips, valgono doppie.

<3 puoi andare a dormire sereno Frate <3
 
In cima