• Hey stranger! Don't you know Italian? CLICK HERE to find out how to activate automatic translation!

Intervista Top Founder 2021

FreeDrinnk

Supporter di Gioco
Team di supporto
Numero di reazioni
2.255
Buonasera sotto trovate la prima intervista a @Dago39


1. Chi sono i tre top founder dell'it?
In riferimento al 2021, probabilmente, visto anche i titoli che ha vinto, perche' no.. @Cavani is back E' vero che i titoli vinti non fanno grande un founder..ma e' anche vero che se vinci dei titoli vuol dire che hai anche formato un'ottima squadra e anche se in una tribu' ci sono innumerevoli variabili che portano alla vittoria appare ovvio che ha dato un imprinting, anche nella scelta degli admin, diplo, ecc.
In generale come altri founders, penso @Soobinize (anche se mi pare si sia ritirato dalle scene), @Ray 20 e @schwelm .. @canuto nel 62 e' stato bravo a tenere in piedi una tribu che stava per crollare da un momento all'altro....non me ne vogliano gli altri, ma questi sono quelli che conosco e per i quali posso esprimere un giudizio...non mi piace parlare per sentito dire.

2.Riassunto del 2021

w62
Era messo bene ed era un mondo equilibrato. A mio avviso era stato fatto anche un colpaccio diplomatico con l'alleanza Cello che aveva portato a dei stravolgimenti di fronte... Si la resistenza della tribu di @canuto e @Crazy Horse e'stata fondamentale...fosse caduta prima quella tribu, i cello non si sarebbero sfaldati (con conseguente caduta di tutto l'asse) e non sarebbe finita cosi, penso. In quel mondo i TBRM hanno startato con tre tribu e con la caduta di cello ci siamo ritrovati in forte minoranza (noi e i Wan). Ho ritenuto, per quanto mi riguarda di alzare bandiera bianca e finirla la. Bisogna riconoscere quando e' impossibile vincere e girare pagina. Io la penso cosi mi spiace.

W66
Non e' stato un mondo impossibile, lo riconosco. La lungimirante alleanza con i VG, sin dall'inizio, contro degli avversari che tutto sommato erano modesti e' stata un successone e un fiore all'occhiello di @*RAGGASONICO* in quanto ha creduto sin dall'inizio che quell'ally sarebbe fondamentale e cosi e' stato. Il resto ha poca storia da raccontare e sta per essere chiuso a breve con vittoria NO TAG.

3. Facci un analisi del 68
Questo e' un bel mondo difficile e molto equilibrato. A mio avviso farà la differenza la tenuta psicologica del gruppo. Ho sempre creduto in questa cosa. La tenuta del gruppo, per giocare un mondo cosi e' fondamentale, come fondamentale e' stata, sin dalle prime battute, la diplomazia e la strategia. Devo riconoscere che tra le fila dei NO TAG (tribu' formata con ex diversi giocatori DELIX del passato e NO TAG del 66, a cui si sono aggiunti diversi nuovi players, c'è un bel ambiente che non vedevo da tempo. I nuovi si sono completamente amalgamati nel meccanismo e ammetto che stiamo facendo cose assolutamente pregevoli sia in difesa che in attacco. Per giungere a questi risultati, sono piu' che convinto, che l'azione dei leaders sia estremamente fondamentale. In diplo, a mio avviso, abbiamo anticipato in alcune mosse gli avversari, i Nazgul. L'obiettivo, forse in parte raggiunto, era quello di rallentare a ogni costo la loro avanzata, che, altresi' sarebbe stata inesorabile, almeno nelle prime fasi del game.

4. Prospettive cosa succede a breve secondo te?
Cosa succede..e' difficile dirlo. Questo tribals non e' piu il tribals di tanti anni fa ma si e' evoluto nel tempo con regole (divieto di sharing) che volenti o nolenti hanno contribuito a rendere totalmente differenti i mondi di ora con i mondi precedenti..Il 68, come detto e' ancora assolutamente equilibrato. Dipende dalla tenuta e dall'organizzazione che si riuscira' a imprimere nelle diverse tribu. Comunque andra', posso dire che sicuramente abbiamo raggiunto il risultato principale che e' quello di far divertire i ragazzi, non con una logorante guerra statica di trincea, ma con un gioco assolutamente dinamico che, al momento, lascia spazio per diversi risultati.

5.
Se dovessi lanciare una sfida a una tribu per un prossimo w? quale scegli e perchè?
Di tribu' organizzate ce ne sono tante. Alcune sicuramente stanno facendo la storia recente di questo gioco (tic, tbrm) . Per ora mi voglio concentrare totalmente a questo mondo, in futuro, si vedra' (non so se avro' il tempo e la voglia di farne altri a questi livelli). I nazgul, si confermano avversari solidi, molto piu solidi (e i risultati parlano chiaro) di altre tribu che ho incontrato in passato.

6.
Quale è la parte più difficile del founder?
Quella di mantenere sempre la calma e trovare la soluzione a ogni problema che potrebbe sembrare insormontabile. Tenere unito il gruppo anche nei momenti difficili (ce ne sono tanti). Il founder, a mio avviso, e' il faro della tribu..Quando il player guarda il nick del founder deve vedere sempre la luce verde accesa...deve poter trovare una risposta a tutti i suoi dubbi. Il founder deve avere un carisma tale che non gli serve alzare la voce per inculcare una disposizione e basta solo quella luce verde per poter infondere la giusta tranquillita' di gioco.
 
Ultima modifica:

Nikolaj

Artigiano
Numero di reazioni
43
Davvero gran belle parole @Dago39 . Non ho mai avuto modo di poterti conoscere ma va detto che leggendo ogni tua risposta, traspare la vera voglia di gestire non solo un gruppo di player, bensì idealizzare e pensare a portare avanti un'idea di gruppo unito, di compagni, di amici!
Saranno sicuramente felici i tuoi compagni che avranno il piacere di stare dalla tua parte e lottare assieme a te.
Magari in un w ci beccheremo meglio ma comunque vada, porta avanti queste belle parole che un founder come te è solo da prendere come punto d'ispirazione..almeno per me è cosi
Nik
 
Ultima modifica:
In cima